LEGGI FASCISTISSIME PDF

Legge 26 novembre , n. In cases of omissions, false or incomplete declarations, they could be dissolved by prefectural decree; custodial sanctions and financial penalties were also envisaged. Legge 24 dicembre , n. Legge 6 novembre , n. Legge 25 novembre , n.

Author:Vigami Kagor
Country:South Africa
Language:English (Spanish)
Genre:Life
Published (Last):20 August 2006
Pages:304
PDF File Size:4.68 Mb
ePub File Size:17.89 Mb
ISBN:165-5-35034-590-4
Downloads:32447
Price:Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader:Bakasa



La politica economica fascista si riferisce alla politica del fascismo in ambito economico e finanziario. Il Fascismo sostiene di rappresentare una terza via rispetto al socialismo internazionale ed al capitalismo liberale , fornendo un'alternativa economica alle due ideologie precedentemente esistenti. I caratteri fondamentali delle dottrine economiche fasciste sono rappresentati da: corporativismo , socializzazione , dirigismo , autarchia , socialismo nazionale , sindacalismo nazionale.

Queste caratteristiche possono essere ritrovate sia nelle politiche economiche dei fascismi di governo sia nei principi di tutti i movimenti fascisti senza incarichi dall'inizio del novecento ad ora, sebbene ognuno di essi abbia dato a queste caratteristiche un peso diverso, a seconda del luogo e del periodo storico. Il dirigismo economico [6] identifica invece un'economia in cui il governo esercita una forte influenza direttiva controllando produzione ed allocazione di risorse.

L' autarchia fu uno degli obiettivi principali dei governi e dei movimenti fascisti. Complessivamente furono inceneriti milioni di lire [15]. Agli articoli e — ora abrogati dalla L. La Costituzione della Repubblica Italiana del , all'articolo 40, fa assurgere lo sciopero a diritto, e si deve all'incessante lavorio della Corte costituzionale la modifica dei dettati contrari al diritto costituzionale dell'astensione dal lavoro.

Fu la stessa Confindustria a invocarne la rimozione, quando, nella primavera del , la politica deflattiva messa in atto per fronteggiare un rialzo innaturale dei titoli di borsa aveva causato un crollo improvviso degli stessi valori di borsa [20].

Dal al , con il nuovo ministro delle Finanze Giuseppe Volpi, le politiche monetarie del governo determinarono un periodo di deflazione per l'economia italiana. Il 2 luglio venne creato il Ministero delle Corporazioni , che ebbe competenze sul controllo e sulla regolamentazione dei salari e delle condizioni del lavoro, ma anche sull'alta direzione dell'intera economia nazionale. Nell'aprile del fu pubblicata la Carta del lavoro , uno dei documenti fondamentali del fascismo.

Con essa fu istituito il tribunale del lavoro , col compito di giudicare i conflitti fra capitale e lavoro al di fuori delle rivendicazioni violente di tutte le classi sociali, in quanto non tollerando lo Stato nessuna forma di giustizia privata, sia in campo civile che penale, questa sarebbe stata vietata anche sul luogo di lavoro decisione in cui rientrano i divieti di scioperi e serrate del Il 19 gennaio venne istituita la Camera dei Fasci e delle Corporazioni , che sostituiva la Camera dei deputati , e tenne la sua seduta inaugurale il 23 marzo dello stesso anno.

Il coinvolgimento dell'Italia nella Seconda guerra mondiale , come membro dell' Asse , richiese la trasformazione dell'economia nazionale in un' economia di guerra.

Tra il ed il , nella Repubblica Sociale Italiana, si ebbero nuovi tentativi di rivoluzionare il sistema economico per il posizionamento della componente capitalista ed internazionalista con il governo alleato al sud. Il corporativismo venne inserito in un sistema economico aziendale socializzato , in cui lavoratori e dirigenti possiedono medesimi diritti e doveri.

Il nazionalsocialismo inizia la sua ascesa durante la repubblica di Weimar e lo shock della crisi del I problemi economici e non solo tedeschi derivavano direttamente dalla sconfitta nella prima guerra mondiale : il Trattato di Versailles , considerato dalla popolazione come punitivo e umiliante, costrinse la Germania a cedere tutte le sue colonie , copiose aree del proprio territorio a vantaggio di Francia , Belgio , Danimarca e Polonia ricche di risorse come la Ruhr , a quasi azzerare il proprio esercito e a pagare enormi somme in riparazioni di guerra pari a 6,6 miliardi di sterline.

Queste misure sanzionatorie danneggiarono pesantemente l' economia tedesca , creando anche un forte spirito di risentimento. Il "Programma dei venticinque punti" del partito, realizzato nel , elencava anche richieste economiche, tra cui:.

Negli anni venti ci furono alcune proposte di modifiche e cambiamenti al programma, come quello di Gottfried Feder che, nel , propose un nuovo programma composto di trentanove punti. La collocazione nazionalsocialista rispecchia comunque quella degli altri fascismi europei e mondiali, come traspare dalle affermazioni del suo fondatore. Una parola del tutto infelice Cosa significa davvero socialismo? Se le persone hanno qualcosa da mangiare e le proprie soddisfazioni, allora hanno il loro socialismo.

Noi socializziamo gli esseri umani [ Solo il lavoro crea nuovo lavoro. Un esempio di queste opere fu la costruzione dell' Autobahn , il sistema autostradale nazionale tedesco completamente gratuito e tuttora esistente. Nel giugno del fu introdotto il Reinhardt Program : un esteso progetto di sviluppo delle infrastrutture che combinava incentivi indiretti, come riduzioni delle tasse, con investimenti pubblici diretti in canali, ferrovie ed autostrade.

Nel solo La ripresa viene quindi spiegata come un esempio dell'efficace implementazione di moneta legale priva di debito emessa direttamente dal Tesoro, senza ricorrere ad un prestito della banca centrale , che avrebbe altrimenti richiesto riserve in oro come garanzia. I prezzi mondiali delle materie prime la maggioranza delle importazioni tedesche stavano aumentando, al contrario si assisteva al crollo dei prezzi dei prodotti finiti che dominavano le loro esportazioni.

Tali accordi commerciali vennero realizzati uscendo dal sistema di scambi finanziari internazionali e dando luogo ad un nuovo sistema basato sullo scambio paritario tra prodotti lavorati finiti da parte della Germania e materie prime da parte delle controparti.

Schacht introdusse per determinate nazioni soprattutto gli Stati Uniti l'obbligo di commerciare con banche speciali, nelle quali era depositata la valuta estera acquisita grazie agli acquisti fatti in Germania e tramite le quali si pagavano i beni delle controparti in primis materie prime con prodotti lavorati e finiti tedeschi o con scrips molto utilizzati dai turisti in Germania , ossia note riscattabili in cambio di prodotti tedeschi. L'espansione militare durante la guerra sia con annessione diretta che con l'installazione di governi fantoccio , obbligava gli sconfitti a vendere materie prime e prodotti agricoli ai compratori tedeschi a prezzi estremamente bassi per rendere possibile la competizione con le nazioni nemiche.

Molte fabbriche civili furono convertite all'utilizzo bellico e messe sotto controllo militare. Nel i lavoratori dei campi costituivano un quarto del totale della forza lavoro tedesca e la maggioranza delle industrie nazionali avevano un contingente di prigionieri [88] , come Thyssen , Krupp , IG Farben e anche Fordwerke, una filiale di Ford.

Le retribuzioni erano fissate dallo Stato, in veste di mediatore, durante negoziati tra sindacati nazionali dei lavoratori ed organizzazioni degli imprenditori. In risposta, i lavoratori crearono sindacati illegali ed organizzarono scioperi, che vennero spesso repressi duramente dal governo franchista. Alcuni studiosi ed analisti affermano che esista un sistema economico identificabile nel fascismo distinto da quelli propugnati da altre ideologie, comprendente caratteristiche essenziali condivise dagli Stati fascisti.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Welk, "Fascist economy policy; an analysis of Italy's economic experiment" , Harvard University Press, London: Victor Gollancz Ltd. Turner, "Hitler's Einstellung", , p.

Cited in Toland, J. May 1, Cited in "Hitler's Secret Conversations. Farrar, Straus and Young, Inc. A History of Fascism. ISBN p. Under the Axe of Fascism Portale Economia. Portale Fascismo. Portale Politica. Portale Storia d'Italia. Menu di navigazione Strumenti personali Accesso non effettuato discussioni contributi registrati entra.

Namespace Voce Discussione. Visite Leggi Modifica Modifica wikitesto Cronologia. Vedi le condizioni d'uso per i dettagli. Lo stesso argomento in dettaglio: Storia dell'Italia fascista.

Lo stesso argomento in dettaglio: Quota 90 e Riforme De Stefani. Patricia Knight, "Mussolini and Fascism" [19]. Giacomo Acerbo , Ministro dell'Agricoltura, Lo stesso argomento in dettaglio: Repubblica Sociale Italiana. Lo stesso argomento in dettaglio: Repubblica di Weimar. Adolf Hitler , [57]. Adolf Hitler [70]. Adolf Hitler , discorso del 10 dicembre [73].

Lo stesso argomento in dettaglio: Piano Hunger. Lo stesso argomento in dettaglio: Franchismo.

BIMAL K BOSE MODERN POWER ELECTRONICS PDF

Intellectuals Displaced from Fascist Italy

La politica economica fascista si riferisce alla politica del fascismo in ambito economico e finanziario. Il Fascismo sostiene di rappresentare una terza via rispetto al socialismo internazionale ed al capitalismo liberale , fornendo un'alternativa economica alle due ideologie precedentemente esistenti. I caratteri fondamentali delle dottrine economiche fasciste sono rappresentati da: corporativismo , socializzazione , dirigismo , autarchia , socialismo nazionale , sindacalismo nazionale. Queste caratteristiche possono essere ritrovate sia nelle politiche economiche dei fascismi di governo sia nei principi di tutti i movimenti fascisti senza incarichi dall'inizio del novecento ad ora, sebbene ognuno di essi abbia dato a queste caratteristiche un peso diverso, a seconda del luogo e del periodo storico. Il dirigismo economico [6] identifica invece un'economia in cui il governo esercita una forte influenza direttiva controllando produzione ed allocazione di risorse. L' autarchia fu uno degli obiettivi principali dei governi e dei movimenti fascisti.

ADICCION CLAUDIA GRAY PDF

Fall of the Fascist regime in Italy

.

FGSD 1022HP PDF

Politica economica fascista

.

Related Articles